1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. fmasta56

    fmasta56 Membro Junior

    Proprietario di Casa
    AGGIORNAMENTO: anche a seguito dei vostri consigli abbiamo dato l'incarico al professionista che ci ha fatto il preventivo (dopo averne sentito altri, più cari) migliore, e che aveva seguito tutto l'iter dall'inizio. È stata anche formulata, dietro nostre insistenze, la proposta di acquisto regolare, che abbiamo controfirmato per accettazione...ma...nonostante quanto in essa scritto, l'acquirente non vuole pagare la caparra di acconto (con assegno bancario i cui estremi sono chiaramente indicati nella proposta medesima) perchè dice di non fidarsi più temendo che l'accatastamento aggiornato non possa essere fatto (disponiamo di preventivo del tecnico e regolare fattura di acconto già pagata,la domanda è già stata presentata nel Comune competente settimane fa, siamo in attesa). È corretto? Può farlo, o senza quel pagamento la proposta è da ritenersi decaduta? Gli abbiamo anche sottolineato che l'assegno sarebbe stato ritirato solo a nostra garanzia, e quindi non riscosso, ma non ne vuole sapere...
     
  2. possessore

    possessore Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Secondo me, sì che può farlo.
    Ti faccio un esempio DRASTICO. Molto DRASTICO.
    Se il venditore muore domattina, e il promissario acquirente ha pagato la caparra, chi si occuperà e si interesserà di pagare il SALDO e finalizzare l'accatastamento?
    Passerebbero MESI, forse UN ANNO, prima che si indivuino gli eredi, si riconosca il da farsi, e si proceda.
    Ben fa il promissario acquirente a non esporsi col pagamento di una caparra che per lui sarebbe confirmatoria.
     
    A fmasta56 piace questo elemento.
  3. Dimaraz

    Dimaraz Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Pessima mossa controfirmare una "proposta" che in tal modo è diventata un vero e proprio "preliminare" senza aver contestualmente (o prima) intascato una caparra...anzi avete persino indicato gli estremi di un assegno bancario nella stessa.
    Ma affidarsi a professionisti invece di procedere "a vanvera"... no eh?

    Ora dovete dedidere se contestare l'inadempienza (mancato versamento/pagamento) o tentare di convenire l'annullamento del contratto.

    Ps.
    Quanto ad una "caparra che per lui confirmatoria" (???) è da ritenersi considerazione quantomeno banale:
    -in tutti i preliminari le caparre sono confirmatorie (salvo specifica indicazione "penitenziale") e servono come "prima garanzia" ad entrambe le parti.
    Casi estremi come la morte del venditore sono "possibilità" comunque presenti e slegate da opere di finalizzazione dell'accatastamento...ma i preliminari vengono fatti ogni giorno e le caparre versate.
     
  4. chiacchia

    chiacchia Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Ma fino al 1946 non c'erano licenze o altro la tua è del 1940! informatevi bene e scappate da quella agenzia ha tutta l'aria di un accordo con gli amici per comprare a basso costo.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina