• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

basty

Membro Storico
Proprietario Casa
La pratica la deve fare lo straniero e non compete al proprietario.
Fino ad un certo punto: è il proprietario o l'ospitante (vedi caso badanti) che deve produrre e sottoscrivere i documenti che attestano l'idoneità abitativa. Che poi la pratica venga presentata dal migrante è altro paio di maniche.
 

rennato

Membro Junior
Proprietario Casa
inanzitutto non è il proprietario n'è lo straniero in affitto che può attestare l'idoneità alloggiativa. L'idoneità alloggiativa viene attestata da un tecnico del comune dopo la presentazione della piantina catastale e magari anche dopo una visita nell'appartamento per verificare i metri quadri utili. La pratica nel caso dell'affitto viene fatta dallo straniero perché interessa a lui e non a te.e Se c'è da pagare qualcosa al comune la paga lui. Poi il caso della badante è diverso perché non è un affitto
 

basty

Membro Storico
Proprietario Casa
Non fermarti alla lettera di quanto scritto. E' ovvio che l'attestazione formale sarà rilasciata da un tecnico del comune.

Volevo solo ricordare che non era del tutto corretto scrivere che la pratica non compete al proprietario: sarà lui a dover produrre certi dati e attestarne la veridicità.
Certo che il proprietario non ha alcun obbligo a svolgere le pratiche necessarie ad un extra comunitario , ma nemmeno locare,
 

rennato

Membro Junior
Proprietario Casa
Inanzitutto volevo precisare che io sto parlando del caso della locazione. Quindi non di ospitalità. Il proprietario quando affitta fa vedere la casa e se la casa va bene l'inquilino affitta.Se l'inquilino ha bisogno dell'idoneità alloggiativa chiederà al proprietario la visura catastale e la piantina.(documenti che ovviamente il proprietario darà all'inquilino) E' chiaro che questi documenti sono veritieri. Ma la pratica la fa l'inquilino e non il proprietario.
 

basty

Membro Storico
Proprietario Casa
C'è una piccola differenza di cui ho la sensazione che tu non abbia ancora colto il punto.

l'inquilino .... chiederà al proprietario la visura catastale e la piantina
Peccato che il Comune, come potrai riscontrare dall'allegato al post #29, non si accontenterà di una fotocopia dei documenti suddetti, ma vorrà copia FIRMATA IN ORIGINALE dal proprietario. Qualche comune pretende addirittura che tali dati siano presentati di persona (o tramite email del proprietario) dal proprietario, e accompagnati dal documento d'identità dello stesso. Tutto qui.

p.s.: La procedura è simile, sia in caso di locazione, sia in caso di ospitalità, ed ancora simile in caso di richiesta di residenza di un extracomunitario non citato nel contratto di locazione.
 

rennato

Membro Junior
Proprietario Casa
Guarda io quello che sto dicendo lo dico perché mi è capitato. I miei inquilini dopo che avevano affittato mi hanno chiesto per fare la pratica di idoneità alloggiativa la visura catastale la piantina e la copia del documento d'identità. Poi loro hanno presentato la richiesta in comune . Il comune ha mandato un tecnico a casa e ha fatto le misurazioni ed ha attestato quante persone potevano vivere nell'appartamento. La piantina e la visura le ho stampate dal sito dell'agenzia entrate.Se anche il comune voglia copia firmata in originale chè problema c'è? A me non hanno chiesto altro.
 

basty

Membro Storico
Proprietario Casa
Non fermarti alla lettera di quanto scritto. E' ovvio che l'attestazione formale sarà rilasciata da un tecnico del comune.

Volevo solo ricordare che non era del tutto corretto scrivere che il proprietario non doveva essere interpellato: sarà lui a dover produrre certi dati e attestarne la veridicità.
Se anche il comune voglia copia firmata in originale chè problema c'è?
Nessuno. Ma formalmente significa che pure il proprietario è coinvolto in prima persona e ne risponde.
Qui tutti, chi più chi meno, rispondono in base alle esperienze personali: ed ho insistito proprio perchè la cosa è capitata anche a me.

Un inquilino mi aveva chiesto di confermare per presa visione, la SUA dichiarazione con cui lui dichiarava la presenza nell'alloggio, della sua compagna straniera, che chiedeva la residenza.
Io gli avevo inviato via mail il documento firmato, in modo potesse completare la pratica: il comune non lo ha accettato . Ho dovuto essere io stesso ad inoltrare al Comune questa sorta di assenso: e nota che non si tratta nemmeno di assenso, che non posso rifiutare. Valeva solo come dichiarazione di essere a conoscenza: nonostante cio, ... sempre in originale, dal proprietario....
Insomma, credo che ci siamo capiti: non è una gara....
 

Aidualc

Membro Junior
Professionista
Guarda io quello che sto dicendo lo dico perché mi è capitato. I miei inquilini dopo che avevano affittato mi hanno chiesto per fare la pratica di idoneità alloggiativa la visura catastale la piantina e la copia del documento d'identità. Poi loro hanno presentato la richiesta in comune . Il comune ha mandato un tecnico a casa e ha fatto le misurazioni ed ha attestato quante persone potevano vivere nell'appartamento. La piantina e la visura le ho stampate dal sito dell'agenzia entrate.Se anche il comune voglia copia firmata in originale chè problema c'è? A me non hanno chiesto altro.
Se si tratta di planimetria e visura le cose sono facili. E concordo che le spese (es. bolli) vadano pagate dall'inquilino.
Qua il Comune però chiede diverse altre cose. Ho scartabellato in qualche sito di Comuni diversi, e ognuno chiede cose differenti. Avevo anche trovato un vecchio articolo molto interessante e completo -un po' lungo- (Ricongiungimento - I nuovi criteri per l’idoneità abitativa), che s interrogava sulla difficoltà di interpretazione della legge sui criteri per le idoneità alloggiative.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

rpi
Buonasera, un fondo parte magazzino e parte garage è stato adibito ad abitazione, tramite CILA, avendo denunciato l'abuso al comune, questo ci ha dato ragione mantenendo le originarie categorie C/6 e C/2. Nonostante ciò il proprietario lo ha affittato ad una famiglia. A chi dobbiamo rivolgerci, Vigili urbani o denunciare il proprietario alla Magistratura?. Grazie, cordiali saluti.
buongiorno a tutti ho stipulato un contratto preliminare per l acquisto di un immobile definito chiavi in mano con scritto che sarebbe stato finito il giorno 31 maggio 2019 ovviamente d accordo con l imprenditore.Ad oggi 22 giugno 2019 la casa non e ancora finita ed ora l'imprenditore vuole una proroga del contratto a fine luglio 2019 qualcuno sa cosa mi comporta questa proroga?cioè dovrei firmarla?e perché la vuole?
Alto