• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Franci63

Membro Assiduo
Proprietario Casa
Posso sempre tenere i piedi in due staffe: incarico un'agenzia NON in esclusiva, e poi:
- Quelli che a naso mi sembrano perditempo squattrinati, li spadulo all'agenzia;
- Quelli che a naso mi sembrano persone referenziate, li accolgo personalmente.
No comment. Ci sarebbe da ridere...o da piangere...
Evidentemente le agenzie non godono di buona fama , e spesso a ragione, ma neanche trattare chi lavora come uno zerbino mi pare funzionale allo scopo.
Ma gli Agenti immobiliari non sono così ingenui da presentarsi subito come tali!
Leggono "no agenzia" sull'annuncio, telefonano al venditore (o al locatore, in caso di immobile proposto in affitto) dimostrando interesse, chiedono un appuntamento per visionare la casa, e solo alla fine offrono al proprietario i servizi della propria Agenzia.
Secondo me solo la correttezza paga, e mai darei credito a uno che si presenta come privato , e poi dal vivo si palesa come agente.
Confesso che ho telefonato spesso a chi pubblicava annunci con scritto "no agenzie", mi sono sempre qualificata come agente, non ho mai preso un vaffa, e anzi ho preso molti incarichi ( ovviamente in esclusiva), da chi, dopo aver ascoltato le mie proposte nel caso non fossero riusciti a vendere da soli, ha deciso di affidarsi ad un'agenzia, magari dopo un paio di mesi di vendita fai da te.
Difficilmente si prendono dei vaffa se la telefonata parte "buongiorno, sono xxx, titolare dell'agenzia xxx, spero di non disturbarla, ho visto il suo annuncio...etc...".
Anzi, forse proprio qualificarsi come agente quando i concorrenti fingono di essere privati ha prodotto ottimi risultati.
 

uva

Membro Senior
Proprietario Casa
guarda tu mandi al diavolo la carne da macello: cioè i neo assunti (se assunti) e i pseudo agenti alle prime armi.
Questo l'ho pensato anch'io.

Ma mi chiedo: questi neo assunti o non assunti, praticanti, giovani ai quali manca ancora l'esperienza; non seguono un corso di formazione prima di iniziare l'attività?
Nessuno (colleghi più anziani ed esperti, istruttori delle Agenzia immobiliari che lavorano in franchising) gli insegna a comportarsi educatamente per aver più probabilità di acquisire un nuovo cliente?

Mi viene persino il dubbio che gli venga insegnato ad essere insistenti al limite della maleducazione...

Ben vengano professionisti preparati e cortesi, come descritto da @Franci63 nel post n. #42!
 

Luigi Criscuolo

Membro Storico
Proprietario Casa
non seguono un corso di formazione prima di iniziare l'attività?
non so quanti anni hai ma io che sono over 70 ti posso dire che ormai da almeno un ventennio c'è, anche a partire dai cinquantenni, un decadimento generale nei rapporti interpersonali: c'è una discontinuità educazionale dovuta al marcato cambiamento generazionale.
Un giorno ho ricevuto una telefonata da parte di una operatrice che mi voleva far visitare da un procacciatore d'affari il quale avrebbe dovuto convincermi a prendere nel mio studio (lei l'ha chiamata azienda) un dispenser di bevande calde (caffè, cappuccino cioccolata ecc...). Io con educazione ho cercato di spiegare che la mia azienda era composta solo da me e che non ero interessato a mettermi nel locale un accrocchio del genere visto che non ricevo clienti. La ragazza, che tra l'altro parlava bene italiano ma con accento dell'est europeo, non mi lasciava neanche esprimere una frase di senso compiuto. Mi colpì la decisione che aveva nel continuare a dirmi: "il nostro consulente sarà in zona da lei domani a che ora può venire per illustrarle il nostro prodotto?" Alla fine gli ho gridato più volte "mai" ed ho attaccato.
 

Franci63

Membro Assiduo
Proprietario Casa
Mi viene persino il dubbio che gli venga insegnato ad essere insistenti al limite della maleducazione...
Ti tolgo il dubbio: in alcune catene in franchising insegnano proprio ad essere mooolto insistenti, sperando che la gente capitoli per sfinimento.
E dato che spesso succede proprio così, insistono su quella strada.
Peraltro infastidendo tutti gli altri, che si sentono chiamare magari una volta a settimana, da un giovanotto senza la minima educazione od empatia.

D’altronde se riusciva Vanna Marchi...evidentemente è pieno di gente facilmente influenzabile.
 

possessore

Membro Senior
Proprietario Casa
ho un mio cliente che sta cercando un appartamento proprio nella via dove lei sta vendendo il suo non fa questioni di prezzo, e se ha tutti i documenti nel giro di una settimana può rogitare. Se vuole che vi metto in contatto però prima dobbiamo sottoscrivere un contratto con il quale mi riserva il 5% sul prezzo venduto
Me ne sono capitate di agenzie così. Ho risposto: "Io dovrei fidarmi della Sua parola? E allora Lei si deve fidare della mia! Mi presenti l'acquirente e andiamo assieme tutti e tre al rogito. Il giorno del rogito Le darò quanto dovuto, e glielo darò anche in nero, se Le fa piacere!". Sono TUTTI spariti. Quindi, cosa devo pensare delle agenzie?
TUTTE DICONO DI AVERE NUMEROSI ACQUIRENTI INTERESSATI, ma quando le metti alle strette, si autosputt4n4n0 facendo marcia indietro.
Se io mi devo fidare della loro parola che dice "abbiamo l'acquirente", io rispondo "Va bene, facciamo un rogito in tre anziché in due, mi presenti pure l'acquirente, ma io prima del rogito non le firmo niente e non le do niente!".
 

possessore

Membro Senior
Proprietario Casa
Ma gli Agenti immobiliari non sono così ingenui da presentarsi subito come tali!
Leggono "no agenzia" sull'annuncio, telefonano al venditore (o al locatore, in caso di immobile proposto in affitto) dimostrando interesse, chiedono un appuntamento per visionare la casa, e solo alla fine offrono al proprietario i servizi della propria Agenzia.
Quelli che sono capitati a me hanno tutti giocato a carte scoperte. Anche perché se mi fossero venuti in casa dichiarando di essere agenti immobiliari alla fine della visita, ti assicuro che avrei urlato così forte che si sarebbero dovuti vergognare di uscire da casa mia, anche solo di fare le scale.
 

Excalibur

Membro Attivo
Proprietario Casa
D'altronde alla gente interessa vendere al massimo prezzo possibile, non ci si può fidare solo ed esclusivamente dell'operato dell'agenzia, meglio tastare con mano per vedere che aria tira, magari ogni tanto.
Non sono d'accordo. Alcune persone (per esempio mio marito ed io) vorremmo vendere la casa di Roma dei suoi (quella liberata dall'inquilino pazzo) ad un prezzo equo che ci permetta di venderla prima possibile. Abbiamo incaricato un agente immobiliare con l'esclusiva e si è fatto carico di molte "rogne", non ultima quelle di tenere le chiavi della casa, che sarà anche vuota ma è sempre una responsabilità perché io non ho tempo di scendere a Roma ogni volta che c'è una visita. A me pare il minimo pagarlo con una provvigione anche solo per questo carico. Poi quasi tutte le professioni hanno una sorta di esclusiva: se necessiti di un legale puoi sentirne due o tre ma l'incarico lo dai a uno, confronti i preventivi di diverse aziende per ristrutturare la casa tuttavia il lavoro lo prende una sola. Poi, come in tutti i mestieri, ci sono i buoni e i cattivi e persino i mediocri.
 

possessore

Membro Senior
Proprietario Casa
@Excalibur, dare le chiavi di casa all'agente immobiliare non è solo liberarti da una rogna, ma anche fargli un favore. Esistono proprio a Roma alcuni personaggi (non sto inventando, se lo dico è perché l'ho letto) che usano le case sfitte, di cui hanno le chiavi, sfruttandole come case d'appuntamenti o per spaccio. Purtroppo a Roma c'è tanta gente buona, ma anche tanta gente non proprio retta e corretta. Capisco che non vuoi scendere a Roma ogni volta per far vedere la casa a chi non ha nemmeno gli occhi per piangere, ma anche dando le chiavi non è che ti puoi sentire in tranquillità assoluta. Se lasciano un rubinetto aperto? O il gas aperto? O la porta aperta? E ti trovi una famiglia di rom che si insedia a casa tua? Ci hai mai pensato?

Per questo dico che uno può scegliere di fidarsi dell'agenzia, ma non ciecamente.
Bisogna anche muoversi da soli.
Da qui la necessità di NON dare l'esclusiva.
Certe "agenzie" ti vendono casa, sperando di non riuscirci.
E spero di essere stato abbastanza chiaro.
 

possessore

Membro Senior
Proprietario Casa
Mi è venuto in mente qualche anno fa, cercavo un box vicino a casa, e c'erano agenzie che mi dicevano di richiamare, mi dicevano che avrebbero richiamato, e niente, non sono riuscito nemmeno a vederli, questi box.
Mi spiace non aver potuto riferire al proprietario che l'annuncio pubblico era inutile, perché l'agenzia faceva ostracismo.
E badate bene, ho chiesto solo di vedere il garage, non ho chiesto di ballarci la mazurca alle 2 del mattino per vedere che effetto mi fa.
 

possessore

Membro Senior
Proprietario Casa
@Excalibur, ogni tanto fai chiamare a qualche amico o amica consenziente, chiedendo di vedere l'appartamento. Se inventano scuse o glissano rimandando, ripenserai a quello che ho scritto.
 

Excalibur

Membro Attivo
Proprietario Casa
Caro @possessore, ti ringrazio per la premura. A Roma c'è comunque mia sorella che controlla, anche se il suo lavoro non le consente di presenziare. Penso che chi si comporta come dici tu non sia un professionista e rischia guai molto seri. Mio marito (la casa è sua) ha firmato una proposta d'acquisto. Si aspetta solo la fine di gennaio per il "salvo buon fine" di un mutuo richiesto dagli acquirenti ma sono spicci (si fa per dire) perché il grosso della cifra viene dalla vendita di un loro appartamento. Per altro nel mandato dato all'agente c'è una clausola che le proposte "salvo buon fine mutuo" non prevedono percentuali se il mutuo non è erogato.
 

possessore

Membro Senior
Proprietario Casa
Mi fa piacere che tu abbia una sorella che "ti guarda la casa". Anche per la tua tranquillità.
Ti assicuro ahimé che di non professionisti che promettono di vendere sperando di non riuscirci, ce ne sono. Anche a un mio zio di secondo grado è accaduto che la donna delle pulizie (e parlo di donna delle pulizie, non di agente immobiliare!) facesse le marchette in orario di lavoro ospitando marinai in casa d'altri (in effetti... "scopava"!).
Quindi non è una realtà così remota, lontana e fantasiosa.
Mi fa anche piacere tu abbia una clausola cautelativa circa il "salvo buon fine mutuo", cioè non paghi l'agente se il mutuo svanisce come nebbia al sole.
 

uva

Membro Senior
Proprietario Casa
tenere le chiavi della casa, che sarà anche vuota ma è sempre una responsabilità
Quando ho venduto la mia casa di vacanze in montagna, che si trova a circa 90 km da dove abito, ho lasciato le chiavi all'Agenzia. Perché sarebbe stato troppo scomodo per noi andare ad aprire tutte le volte che fissavano gli appuntamenti per le visite.

Almeno due volte al mese passavamo a controllare che tutto fosse a posto (ho conferito l'incarico in esclusiva per sei mesi, e la casa è stata venduta tramite l'Agenzia proprio alla scadenza del mandato).
Noi non abbiamo avuto problemi, solo una volta ci siamo lamentati con l'Agente perché aveva usato il bagno lasciandolo sporco. Ma non si può escludere che per incuria o dimenticanza chi ha le chiavi possa causare qualche danno.

Quindi è giusto fidarsi e lasciare le chiavi se l'Agente è una persona seria, ma è meglio controllare!
 

Luigi Criscuolo

Membro Storico
Proprietario Casa
Dio mio, cosa mi tocca leggere!
Non dovrebbe essere difficile premere un pulsante e usare lo spazzolone...
non è detto che l'appartamento fosse dotato di spazzolone e carta igienica. Comunque il fatto, anche se era solo pipì e l'appartamento avesse chiuso il rubinetto dell'acqua, la dice lunga sulla educazione di certe persone: la possibilità e sopratutto la volontà di pulire c'erano. Un giorno alla fermata della metro di Lepanto con direzione centro un giovane sui trent'anni, ben vestito, è salito con un balzo sul convoglio un istante prima che si chiudessero le porte si chiudessero. Detto giovane, probabilmente giovane avvocato, aveva in una mano una cartella piena di documenti e nell'altra aveva una tazzina di plastica con dentro una brodaglia appena comprata presso quelle macchinette a gettone che si trovano nella stazione. Appena toccato il pavimento del vagone la metro è partita il giovane per il contraccolpo stava perdendo l'equilibrio e per mantenersi in piedi ha fatto un movimento brusco con entrambe le braccia: il contenuto della tazzina è fuoriuscito quasi tutto. Tu pensi che abbia fatto almeno il gesto di ripulire con dei fazzolettini? Se ne è ben guardato e si è allontanato dal punto.
 
Ultima modifica:

uva

Membro Senior
Proprietario Casa
non è detto che l'appartamento fosse dotato di spazzolone e carta igienica. Comunque il fatto, anche se era solo pipì e l'appartamento avesse chiuso il rubinetto dell'acqua, la dice lunga sulla educazione di certe persone
L'appartamento e il bagno erano dotati di tutto, anche sapone e asciugamani di carta per lavarsi le mani, cestino per i rifiuti.
Inoltre durante le nostre visite provvedevo sempre a fare un po' di pulizia (spolverare, passare l'aspirapolvere sui pavimenti, una pulita ai sanitari), proprio perché facesse buona impressione ai visitatori.

In effetti l'Agente in quell' (unico) caso non ha pensato di aprire il rubinetto generale che chiude l'acqua in tutta la casa, pulire, e poi richiuderlo.
Nulla di grave, ma a me la cosa non è piaciuta.
 

Franci63

Membro Assiduo
Proprietario Casa
Nulla di grave, ma a me la cosa non è piaciuta.
Credo bene.
Ma potrebbe anche essere stato un cliente; a me è capitato che , portando una coppia a vedere un immobile, lui "sparisse" in bagno, senza chiedere se ci fosse l'acqua.
Perfortuna c'era...
 

uva

Membro Senior
Proprietario Casa
Ma potrebbe anche essere stato un cliente;
Sì, è vero.
Però quando ho fatto notare, con garbo, la cosa all'Agente, lui ha "confessato" e si è scusato.
Scuse che ho accettato e apprezzato, anche per la sincerità!

Devo aggiungere che spesso i proprietari non si comportano bene.

Quando cercavo casa in montagna (contestualmente alla vendita dell'altra) ho visto appartamenti curati ma anche cose incredibili: disordine dappertutto, bagni e cucine sporche (con lavandini e vasche non pulite da chissà quanto tempo), in un caso persino letti disfatti.
Una volta ho aperto un armadio, dopo aver chiesto il permesso all'Agente, perché mi aveva detto che l'appartamento era in vendita arredato e a me quel mobile poteva interessare. Mi è cascato addosso un mucchio di coperte.

Capisco che le seconde case di vacanza sono lontane dalle residenze dei proprietari, e non tutti hanno tempo e voglia di occuparsene.
Ma perché non dare l'incarico all'Agente, che ha le chiavi, di mandare del personale per le pulizie? Non mi sembra una spesa eccessiva, e comunque è a vantaggio dell'immobile che presenterebbe meglio!
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Tempo fa ho creato un arco senza togliere il muro sotto non portante. Quindi non ho variato la metratura della stanza. Ora dovrei vendere l appartamento. Devo ripristinare parte mancante o non avendo modificato planimetria non serve. Grazie
angelamura ha scritto sul profilo di elisabetta giachini.
sono proprietaria al 50% di una villetta con il mio ex marito Nell'accordo di separazione , e' stato concordato un assegno di mantenimento di euro 500 che pero' non mi viene erogato sino a quando io continuero ad abitare nella casa in attesa della vendita, come pagamento della mia quota di affitto.
Volevo sapere se, sia come comproprietaria, sia come affittuaria, posso subaffittare una stanza della casa?
Alto