• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Luigi Criscuolo

Membro Storico
Proprietario Casa
Saluto tutti. Può l'assemblea condominiale deliberare, a maggioranza, in modo da impedire la sosta/fermata di auto su un'area condominiale aperta ed a raso strada (vorrebbero farla passare come marciapiede) prospiciente gli ingressi (3) di un artigiano meccanico forniti di passo carraio, unità immobiliari facente parte del condominio medesimo? Tale area è accessibile solo dal lato strada in quanto le estremità laterali sono delimitate da muretti di confine. Il condominio non vuole vendere tale area. Inserisco foto
 

Allegati

Ultima modifica:

basty

Membro Storico
Proprietario Casa
Se ho capito bene, si tratta di area condominiale non dismessa per uso pubblico. Quindi le esigenze sono due: vietare il parcheggio di estranei al condominio, e adesso vietare pure il parcheggio condominiale.
Darei per scontato che se i tre passi carrai sono stati regolarizzati in comune, l’artigiano potrebbe ottenere di apporre il divieto di parcheggio in corrispondenza del passaggio, esponendo il cartello di divieto di sosta numerato rilasciato dal Comune.
Mi pare che dell’area libera ne resti poca. Comunque, Quanto al diritto della maggioranza di limitare o vietare l’uso di un’area comune, credo esista purché con le corrette maggioranze
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
Può l'assemblea condominiale deliberare, a maggioranza, in modo da impedire la sosta/fermata di auto su un'area condominiale aperta ed a raso strada (vorrebbero farla passare come marciapiede) prospiciente gli ingressi (3) di un artigiano meccanico forniti di passo carraio, unità immobiliari facente parte del condominio medesimo?
L'assemblea non può impedire/vietare l'uso di un bene/area comune se non con decisione all'unanimità.

Ma la "sosta/parcheggio" è questione diversa dal transito di un passo carrabile.
Un passo carrabile non giustifica nemmeno il proprietario ad occupare tale area se non per operazioni momentanee di scarico/carico.
 

basty

Membro Storico
Proprietario Casa
L'assemblea non può impedire/vietare l'uso di un bene/area comune se non con decisione all'unanimità.
Può essere. Ma mi è capitato di vedere divieti di giochi di bambini nei cortili: divieti stabiliti a maggioranza.

Forse un divieto totale deve essere preso all'unanimità: lo sarebbe anche per una regolamentazione d'uso (che prevede divieti di alcuni usi)?
 

Daniele 78

Membro Storico
Professionista
Sarebbe anche da sapere @Luigi Criscuolo se in Comune quella è un area privata, o un area totalmente pubblica o un area privata con asservimento all’uso pubblico.

  1. fosse area privata uno ci fa quello che vuole
  2. l’area pubblica non ci fai niente ma le manutenzioni le fa il pubblico

il brutto secondo me sono le aree private con asservimento al pubblico (spesso gli antistanti ai condomini più recenti lo sono tramite la convezione urbanistica firmata tra costruttore dello stabile ed il comune davanti ad un notaio) in quel caso il condomino oltre a doversi far carico di tutte le manutenzione non può neanche lontanamente fare un assemblea per chiudere un area di questo tipo!
 

Daniele 78

Membro Storico
Professionista
Secondo me l’assemblea non può limitare o negare ad altro condominio l’uso della cosa pubblica come avverrebbe mettendo dei paletti che ne impedirebbero l’uso.
Secondo me si può trovare un accordo sugli orari di parcheggio e modificare il regolamento di condominio (sempre se non c’è una convenzione con il comune per asservimento), che di fatto ne impedirebbe la chiusura!
 

chiacchia

Membro Senior
Proprietario Casa
Ma secondo me c'è un'altra ragione perché luigi ha fatto la domanda, ossia il condominio non vuole che il meccanico faccia la sua attività li sotto per non sentire puzze e rumori, vietando il parcheggio il meccanico non potrà più lavorare, ma se ha una licenza? chi l'ha concessa? cosa dice in essa?....se è come ho pensato
 

Luigi Criscuolo

Membro Storico
Proprietario Casa
ossia il condominio non vuole che il meccanico faccia la sua attività li sotto per non sentire puzze e rumori, vietando il parcheggio il meccanico non potrà più lavorare, ma se ha una licenza? chi l'ha concessa?
eh bravo il nostro @chiacchia hai colto nel segno il fatto è che questa attività è lì da 20 anni. Come soluzione, siccome l'area è una area improduttiva dal punto d vista della utilità per il condominio (la foto postata rende bene l'idea, è un'area che, senza il passo carraio richiesto ed ottenuto dal meccanico, trattandosi di area a raso strada, sarebbe usata da estranei come parcheggio, e senza passo carraio, anche se venissero installati dei parapedonali, gli estranei parcheggerebbero davanti rendendo difficoltoso l'accesso sia all'area che ai nogozi) ho proposto di vendere l'area al meccanico. E' emersa la contrarietà dei due condomini che hanno i balconi proprio sopra alla attività.
 

basty

Membro Storico
Proprietario Casa
Non capisco cosa avreste risolto vendendo l’area. Piuttosto se l’area è condominiale, tra i tre passi carrai potreste riservare dei parcheggi. Questi si potreste venderli a qualche condomino, ammesso di ottenere lunanimità
 

basty

Membro Storico
Proprietario Casa
Ma il parcheggio è vietato a prescindere dalla contrarietà del Condominio.
Il meccanico può esercitare la sua attività solo all'interno del proprio negozio.
Dove è scritto che il parcheggio è vietato?
I parcheggiatori sono i clienti in attesa.....
 

Luigi Criscuolo

Membro Storico
Proprietario Casa
se l’area è condominiale, tra i tre passi carrai potreste riservare dei parcheggi.
guarda la foto che ho postato, tra le corsie dei passi carrai forse c'è posto per una macchina ed i condomini sono 12.
Non capisco cosa avreste risolto vendendo l’area
vendendo l'area al meccanico questa diventerebbe di sua proprietà e potrebbe lasciarci le macchine dei clienti.
 

basty

Membro Storico
Proprietario Casa
vendendo l'area al meccanico questa diventerebbe di sua proprietà e potrebbe lasciarci le macchine dei clienti.
Questo lo avevo capito. Ma sbaglio è proprio quello che non vuole il condominio? Che di fatti voleva evitare il parcheggio per disturbare l'attività del meccanico.
guarda la foto che ho postato, tra le corsie dei passi carrai forse c'è posto per una macchina ed i condomini sono 12.
E proprio per questo avevo aggiunto: "si potrebbe venderlo a qualcuno dei 12" disposto a comprarselo: otterreste un ricavo ed in parte ostacolereste l'attività del meccanico. Già meglio che vendere il tutto al meccanico.
 

Luigi Criscuolo

Membro Storico
Proprietario Casa
Già meglio che vendere il tutto al meccanico.
per vendere ci vogliono 1000/100; tu proponi di vendere delle strisce di proprietà condominiale ad un condomino; a parte la scelta chiaramente ostile ad una attività lavorativa lecita e dotata di tutti i permessi comunali (che ha concesso anche i passi carrai altrimenti non li avrebbe concessi) ci sono, oggettivamente, dei problemi: il meccanico, essendo proprietario dei negozi, è anche condomino, mai acconsentirebbe ad alienare a terzi sia le strisce libere dalla servitù di passaggio carraio alla officina, e sia tutto lo spazio; il condominio non può vendere al condomino X se il condomino Y (il meccanico) offre di più; ed a occhio e croce il meccanico sembra essere più disponibile, e capiente, a rilevare l'area davanti alla officina. Ma anche ammesso che il condominio venda al condomino X, non è detto che questo a sua volta venda al meccanico al prezzo che il meccanico sarebbe stato disposto a rilevare: sarebbe, oltre al danno economico, la beffa per il condominio.
Credo che la tua idea, che è apertamente schierata con il condominio, sia improponibile
Tieni presente che il meccanico dà da lavorare a due dipendenti, oltre che a se stesso.
Io credo che vendere tutta l'area condominiale ad uso pubblico ad un buon prezzo al meccanico, che è l'unico interessato, sia un affare per il condominio: è una area dove i condomini giust'appunto potrebbero passeggiare a mò di reclusi durante l'ora d'aria che fanno avanti ed indietro in aree ristrette. Chiaramente i problemi legati al rumore della attività per i due condomini che abitano al primo piano rimangono.
Ma è proprio questo lo sbaglio del condominio: se l'obbiettivo era quello di farlo andare via dovevano iniziare un causa per rumori molesti oltre la tollerabilità, obbligandolo a fare lavori di isolamento acustico, causa fattibile anche se il meccanico fosse di fronte o di fianco. Invece fare una causa per farlo sloggiare impedendogli di lasciare le auto dei clienti nello spazio condominiale è come scegliere come itinerario per arrivare sulla cima della montagna, anziché il sentiero, una via di 3°/4° grado e non essere preparati per farla.
 

basty

Membro Storico
Proprietario Casa
Credo che la tua idea, che è apertamente schierata con il condominio, sia improponibile
Per la cronaca non sono schierato con nessuno: ho solo fatto una ipotesi che mi sembrava più favorevole al condominio , rispetto alla tua, supponendo che l'obiettivo della discussione fosse quello di oscacolare l'uso dell'area a parcheggio di estranei.

Visto invece dalla parte del meccanico è più comprensibile la tua proposta: ma anche così, perchè il meccanico dovrebbe spendere soldi per godere di un'area che è già di sua comproprietà e per larga parte già vincolata libera dal passo carraio (anzi 3)?

Quanto alle rimostranze di quello al primo piano, anche lì ci sarebbe da ridire: chi ha comprato prima? Il meccanico o quello del primo piano? E anche se il meccanico fosse venuto dopo, 3 negozi/locali c'erano già prima: e se si piazzava una pizzeria con dehor aperta fino alle due di notte?
 

Luigi Criscuolo

Membro Storico
Proprietario Casa
perchè il meccanico dovrebbe spendere soldi per godere di un'area che è già di sua comproprietà e per larga parte già vincolata libera dal passo carraio (anzi 3)?
perché acquistandola diventerebbe proprietario ed allora la potrebbe recintare e potrebbe lasciare in questa area le vetture dei propri clienti sia durante gli orari di apertura che di chiusura della officina, cosa che attualmente gli viene preclusa . In pratica il condominio vorrebbe che il meccanico portasse le auto nell'officina e non occupasse lo spazio condominiale aperto al pubblico. Il meccanico da parte sua si è convinto a chiedere i passi carrai perché con la fame di posti di parcheggio i condomini parcheggiavano nell'area condominiale la seconda auto e la gente estranea parcheggiava sul limitare della proprietà impedendogli l'accesso alla officina. Tra i condomini c'era qualcuno che voleva parcheggiare la macchina nell'area condominiale aperta al pubblico, a volta impedendo l'accesso alla officina, spesso, dal lunedì al sabato, il meccanico, che apre alle 7:30, prima che ci fosse la catena, doveva fare il giro di tutti i citofoni del circondario per invitare le persone a togliere le auto. Non so se si vede nella foto che ho postato ma sul muro condominiale ci sono sia i cartelli di divieto di sosta dei passi carrai, messi dal meccanico, sia i cartelli di parcheggio riservato ai condomini e i cartelli di divieto di sosta nell'area condominiale, questi due messi dal condominio.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

ALICE55 ha scritto sul profilo di Alessia Buschi.
ciao ti chiedo scusa se ti scrivo qua ma ho cercato molto nel sito e non sono riuscito a trovare la soluzione al mio problema...avrei una richiesta da farti/vi in privato ...c'è un modo per scrivere in privato ad un amministratore ?...scusa di nuovo il disturbo probabilmente sto sbagliando ma non sapevo dove scrivere...ciao di nuovo e grazie....
Buongiorno a tutti, sono proprietaria di un locale commerciale categoria C1 - 87 mq, mi hanno proposto di venderlo con un contratto Rent to buy oppure con un contratto preliminare di compravendita con consegna anticipata. Non avendo nessuna conoscenza di tali procedure, ringrazio chiunque possa informazione sulla diversità dei due contratti e suggerimenti utili da tener presenti per non incorrere in fregature.
Alto