• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

photooh

Nuovo Iscritto
#1
Buongiorno a tutti,

vi espongo il problema che è emerso da una verifica delle parti comuni del condominio dove è collocato l'immobile che intendo acquistare. Tra i beni comuni citati nel regolamento condominiale e nei singoli atti di acquisto (in alcuni e non in tutti) degli appartamenti dei condomini è citato il locale guardiola e l'annesso appartamento del custode. Tuttavia, da una visura catastale effettuata sull'immobile, esso risulta non come bene comune ma come proprietà della società che in origine (quasi 40 anni fa!) ha venduto i singoli appartamenti. Nonostante ciò è il condominio che versa le imposte per l'appartamento. Ho consultato un tecnico che per sanare la situazione velocemente consiglia di volturare in bene comune non censibile. Successivamente, in sinergia con l'attuale proprietaria dell'appartamento, ho fatto presente la problematica all'amministratore che sembra temporeggiare. Intanto io ho il rogito bloccato. Cosa consigliate di fare?

Grazie in anticipo a tutti!
 

photooh

Nuovo Iscritto
#3
Sì, nel rogito della proprietaria l'alloggio è citato come bene comune. Quello che mi preoccupa sono i tempi necessari per la voltura e la poca collaborazione dell'amministratore di condominio, considerando che avremmo dovuto rogitare a brevissimo...
 

Dimaraz

Membro Storico
#4
Vi sono delle incongruenze:
-se al catasto risulta ancora come bene del costruttore potrebbe essere una mancata "voltura" ma diventa inverosimile visti i diversi rogiti di acquisto.
-se con "attuale proprietaria" ti riferisci a tale guardiola+abitazione significa che non è più bene condominiale
-se ti riferivi alla proprietaria dell'unità che intendi acquistare...non sei tu che hai titolo per sollecitare l'amministratore. E comunque ricade sul venditore l'obbligo di vendere l'immobile coi requisiti e i tempi indicati nel preliminare.
 

photooh

Nuovo Iscritto
#5
Per "proprietaria" intendo l'attuale proprietaria dell'immobile oggetto della compravendita, con la quale sto agendo in stretta collaborazione visti i tempi stringenti.
 

basty

Membro Storico
#6
Vi sono delle incongruenze:
-se al catasto risulta ancora come bene del costruttore potrebbe essere una mancata "voltura" ma diventa inverosimile visti i diversi rogiti di acquisto.
-se con "attuale proprietaria" ti riferisci a tale guardiola+abitazione significa che non è più bene condominiale
-se ti riferivi alla proprietaria dell'unità che intendi acquistare...non sei tu che hai titolo per sollecitare l'amministratore. E comunque ricade sul venditore l'obbligo di vendere l'immobile coi requisiti e i tempi indicati nel preliminare.
Sul primo punto ovvio ci sia incongruenza, non certo addebitabile alla postante, ma tutt'altro che inverosimile. Anzi. È quasi un classico quando questi beni non sono stati indicati come BCC: i rogiti in passato indicavano la compravendita comprese le parti comuni, ma spesso "dimenticavano" di volturare la quota sulla guardiola accatastata separatamente. Altra situazione classica è quella generata da volture parziali successive che fanno sparire i precedenti comproprietari (errore anche dell'ufficio).
Mi trovo in entrambe queste situazioni
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

Salve,dal 20 settembre 2017 sono venuto ad abitare con una famiglia a cui ho prestato la mia opera di badante per un loro cugino gravemente ammalato, che è deceduto dopo un mese,la famiglia di sua spontanea volontà mi fece la proposta di rimanere a vivere con loro fin quando non avrei trovato un'altra lavoro ma non mi avrebbero pagato per dare una mano in casa,mi dovevo accontentare di vitto e alloggio
moralista ha scritto sul profilo di luciano155.
ma non c'è neanche il profilo di luciano155
tanti auguri a tutti buone feste e tante belle cose lella
anche x marinarita grazie della comprensione ...comunque c'e' legge nuova x tutelare proprietari case ….noi alla fine da 1 giugno 2013 a 7 luglio 2017 mai pagato affitto 4 anni piu' spese tribunale avvocati tasse ...ecc. se pagava onestamente l'affitto tutti i mesi non sarebbe in questa situazione le lasciano meta' stipendio….tanti anni ...non so se ne valeva la pena non pagare l'affitto ….giustizia e' fatta
x uva ---finalmente finita con sentenza tribunale milano dato che la nostra inquilina aveva fatto 2 finanziarie …???? il 29 novmbre tribunale milano ci ha messo primi creditori sul quinto dello stipendio ...tutto specificato debiti avvocato 4 anni affitto mai pagato ….la tipa si e' presentata urlando ...la giudice ci ha inserito primi creditori prenderemo tutto da subito con quinto dello stipendo .finita bene kiss
Alto